Al “market della droga” l’hashish per i ragazzini

arresti droga cerano-2Avevano creato a Cerano un vero e proprio supermercato per la vendita della droga, anche a minorenni. Incontravano i loro acquirenti a tutte le ore del giorno e della notte, nelle vicinanze dei bar del paese ma non si facevano alcun problema a fare «consegne» a domicilio. La rete di spaccio (i pusher erano attivi in tutta l’area dell’Ovest Ticino, anche a Trecate e Vigevano) è stata sgominata dai carabinieri del nucleo operativo di Novara, che monitoravano la situazione ormai da parecchi mesi.

Il blitz venerdì scorso all’alba con una decina di perquisizioni domiciliari a carico di giovani residenti in zona, tutti indagati dalla Procura per spaccio di sostanze stupefacenti, nel caso di specie hashish. Coinvolti una trentina di militari dell’Arma e un’unità cinofila. Le responsabilità dei soggetti coinvolti nel traffico della droga sono varie. Alcuni, di età compresa tra 20 e 30 anni, sono stati iscritti a piede libero nel registro degli indagati. Per altri il gip del tribunale di Novara ha emesso un provvedimento cautelare: per Luigi Lattuchelli, 26 anni, è stato disposto l’obbligo di dimora a Cerano con prescrizioni notturne; per Luciano Caielli, 32 anni, l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Sono scattate le manette, invece, per Nicola Sodano, 38 anni, arrestato in flagranza di reato di detenzione ai fini di spaccio.

Denunciati all’autorità amministrativa i clienti e i consumatori: sono una ventina. Le indagini dei militari, coordinate dal pm Giovanni Caspani, hanno consentito di documentare la fitta rete di contatti creata dagli indagati nel piccolo centro di Cerano, che consentiva di smerciare hashish giorno e notte, con incontri concordati al telefono. Ma non mancavano trasferte a Novara: tra i clienti molti minorenni.

Al blitz del fine settimana si è arrivati dopo mesi di appostamenti, pedinamenti, interrogatori degli acquirenti. Già il 28 gennaio, nell’area monitorata dai carabinieri, era stato arrestato un trentenne marocchino domiciliato a Abbiategrasso, che vendeva cocaina a Novara: in casa gli erano stati trovati 100 grammi di droga, ceduta a 70 o 130 euro a seconda della grandezza della dose.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *