Pink Mob per Lea

1398728_480478358732479_1061975605_oIn occasione dei funerali di Lea Garofalo, il presidio scolastico Dario Capolicchio ha voluto dedicare il proprio intervallo per ricordare a proprio modo Lea Garofalo. «Noi ragazzi del Carlo Alberto abbiamo voluto ricrodare Lea Garofalo, la sua vita e la sua lotta quotidiana contro la ‘ndrangheta, presente nella sua famiglia e nelle sue tradizioni – racconta Chiara, referente del presidio – ma non solo: quest’anno dedicheremo il nostro lavoro al tema, discutendo e formandoci sul ruolo della donna all’interno delle logiche mafiose, sulla violenza di genere e sul femminicidio».

«Il pink mob – spiega Damiano, membro e candidato alla referenza di istituto – è stato studiato per creare attenzione al tema: dei fiocchetti di colore rosa da attaccare alla maglia ai nostri compagni, durante l’intervallo, per stuzzicare la curiosità altrui e creare un’occasione per sensibilizzare le coscienze». 1401435_480477932065855_1454974980_o

Così Lea si trasforma, diventa un colore, un fiocco, una frase sul cartellone posto nell’atrio della scuola. E mentre si onora la memoria della testimone di giustizia, si manda chiaro un messaggio all’istituto: ci interessa, in questa sede come altrove. «Parliamone!».
Lea, anche qui, è da oggi un simbolo di resistenza.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *