Vigevano: una storia che si ripete


Vigevano e Novara. Due territori, due storie, un filo rosso da condividere: le mafie si sono radicate nel nord Italia già da tempo. Simone Satta e Andrea Ballone, due dei tre autori del libro “Pizza, sangue e videopoker” (il terzo è il giornalista Carlo Ercole Gariboldi), che sanno quanto è importante abitare, vivere e quindi essere guardiani del proprio territorio, raccontano il vigevanese. Lo fanno ripercorrendo un percorso lineare, dando un’immagine di chiari-scuri ai presenti.
Estorsioni, usura e violenza, gli autori sanno raccontare con la credibilità dettata dai fatti giudiziari, dalle inchieste giornalistiche e dalle testimonianze, di una piccola ma importante zona, dove il boom economico degli anni ’80 si fece più sentire rispetto ad altre parti. Si ripercorrono quegli anni, e tutto prende un gusto amaro, come una minestra riscaldata più volte. È una storia molto simile alla nostra.

Novara come Vigevano, Vigevano come il Far West: nessuna legge sulla strada, se non quella della pistola. A farne le spese fuorilegge e sceriffi, come il poliziotto dimenticato Giorgio Pedone. Si arriva a parlare di gioco d’azzardo, videopoker illegali, economie sommerse, cognomi infami. Come quello dei clan Valle e Lampada, uniti nel sacro vincolo del potere. In Lombardia come nella provincia di Novara, ricordando l’inchiesta “Borgo Pulito” che, tra il primo luglio e il 27 settembre 2010, portò alla sbarra 25 persone, sgominando un giro di usura milionario che aveva preso di mira alcuni imprenditori della zona di Borgo Ticino.
Fare insieme, questa è la parola d’ordine, perchè, soli, si finisce suicidati.
Ed è proprio per non rimaner soli che Libera (in questo caso nelle vesti dell’associazione Sincronie) si lega a due altre realtà altrettanto belle: l’associazione NovaraVeg, che decide di raccontarsi in modo differente, organizzando un aperitivo vegano post evento, e il Circolo Arci “Big Lebowski”, il padrone di casa, luogo d’incontro per molti novaresi.

Cesare Strazzacappa

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *