Ora il Bellini lo sa.

In onore di Joy Dirisu, giovane ragazza nigeriana costretta alla prostituzione e ritrovata morta lungo le rive dell’Agogna il 26 settembre scorso, il presidio Giancarlo Siani ha organizzato un intervallo animato all’interno dell’Istituto Magistrale Bellini, per sensibilizzare studenti e professori rispetto al tema della tratta delle donne.
Moltissimi alunni e docenti si sono avvicinati alla bacheca dell’istituto, incuriositi dal manifesto richiamante la scomparsa della giovane Joy, dalle rose e dalle numerose frasi scritte dai ragazzi del presidio.
La vicenda della ragazza è stata oggi raccontata ai tanti studenti e, soprattutto, alle numerose studentesse dell’istituto, che attraverso questa storia hanno avuto l’occasione di entrare a contatto con il fenomeno, a Novara tutto nigeriano, della schiavitù e della tratta delle donne.

Letizia Gatti

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *