Comunicato stampa di Libera Alessandria: “Nessuno dica più che la mafia, da noi, non esiste”

19 ordinanze di custodia cautelare nell’operazione ‘Maglio’, condotta ieri dai carabinieri del Ros per decapitare una ‘locale’ di ‘ndrangheta autoctona del basso Piemonte (la ‘locale’ è un gruppo criminale strutturato su un proprio territorio di influenza, in genere composto da circa 40 affiliati). Di questi, sette sono gli arrestati tra Alessandria, Bosco Marengo, Pozzolo Formigaro e Sale. Uno di loro è il consigliere comunale di Alessandria, eletto con il PDL, Giuseppe Caridi. Certo bisognerà aspettare gli esiti dei procedimenti, ma già da quanto emerso si comprende come, da oggi in  poi, nessuno potrà più sostenere che le mafie ad Alessandria e provincia non esistono, o che al massimo si tratta di singoli affiliati non organizzati. La ‘ndrangheta c’è ed ora sappiamo anche dov’è e come è strutturata (società maggiore a Novi Ligure, società minore ad Alba, capo società a Bosco Marengo, riti di affiliazione, nomi di affiliati, doti, liste). Nessuno ora potrà più sottovalutare il fenomeno o magari derubricare questi riti di affiliazione come innocenti fenomeni di folklore meridionale, come si potrebbe anche fare con una gran dose di malafede. [Leggi Tutto]

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *