A poco a poco cresce anche la creatività…

Il presidio Giancarlo Siani si è riunito ieri per un’attività di formazione e di progettazione sul tema della corruzione in vista dell’incontro con Raphael Rossi, che si terrà Lunedì 23 Maggio al liceo Magistrale Tornielli Bellini.

Nella prima parte della riunione si è svolto un’attività di formazione, attraverso l’analisi e l’approfondimento di frammenti tratti da “Il ritorno del principe” di Roberto Scarpinato. Dopo esserci soffermati sulle citazioni abbiamo pensato a quali potrebbero essere le caratteristiche della corruzione, dello stato, della cittadinanza e a cosa potrebbe fare il nostro presidio per sensibilizzare la cittadinanza su questo tema. Abbiamo sottolineato che ormai il reato della corruzione nel nostro Paese si commette con normalità e, di fronte a questo, società civile e Stato rischiano di ostentare un sentimento di abitudine e indifferenza.

Il momento di progettazione è stato incentrato sulla proposta di eventuali attività o eventi da ideare e realizzare nel corrente e nel futuro anno sociale. Molte sono state le idee e numerosi gli ambiti d’intervento in cui mettersi in gioco. Un’idea è quella, ad esempio, di realizzare un video per la commemorazione del 21 marzo, composto da spezzoni di celebri film ed immagini di personaggi autorevoli nella storia dell’antimafia, tessendo una relazione poi con l’attività di impegno del presidio. Simile al corto metraggio potrebbe essere uno spettacolo teatrale, realizzato con una scuola di teatro, dedicato a tutta la città di Novara. Inoltre, abbiamo pensato che si potrebbe fare un’attività all’interno del progetto “Nati per leggere” di Galliate attraverso la lettura (“per questo mi chiamo Giovanni”) e il gioco per i bambini. Per iniziative che toccano di più la realtà scolastica abbiamo pensato ad un flashmob , all’interno dell’istituto, realizzato attraverso l’affissione di articoli di giornale reperiti all’interno del racconto “Tv6” (dal libro “Mostri”) di Rosario Esposito La Rossa.

Nella seconda parte della riunione ci siamo concentrati sull’incontro con Raphael Rossi, che si terrà tra meno di una settimana. Abbiamo cominciato con l’analisi della storia di Raphael e con una visione generale sul reato della corruzione. Dopo la riflessione, poi, abbiamo pensato a particolari argomenti da approfondire durante l’incontro e a domande da porgli; domande che si concentrano sia sulla sua vicenda personale, sia sulle dinamiche del reato da lui denunciato e le eventuali inefficienze dell’intervento statale. Il presidio è quindi pronto ad accogliere “Un signor rossi qualunque”.

More creativity, less corruption!

Letizia Gatti

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *