Davide Mattiello all’assemblea dei ragazzi del Pascal di Romentino

È sempre difficile trovare le parole giuste per iniziare un tema scritto o anche un discorso ma oggi a Romentino durante l’assemblea con alcune quarte e quinte mi balzava agli occhi il manifesto della XI giornata della memoria e dell’impegno in ricordo della vittime innocenti delle mafie che era attaccato davanti ai ragazzi; Mi colpiva come la prima parola sotto l’immagine simbolo fosse la parola INSIEME.

Insieme è la sintesi del messaggio che Davide Mattiello ha lasciato in questo incontro, partendo dalle domande e riflessioni dei ragazzi, che si chiedevano come si potesse combattere la mafia, se fosse sufficiente il cambiamento culturale o se fosse necessario più concretezza.

La risposta è stata insieme. Insieme si può arrivare al cambiamento sociale e culturale necessario per combattere la mafia, per sconfiggere la mentalità che ci fa vivere in un paese in cui ci viene detto che è più facile cercare la scorciatoia, dove il tempo è denaro, dove è meglio che ognuno si faccia i fatti propri, dove la corruzione o i reati finanziari sono considerati come reati di serie B che non destano allarme sociale, dove tutto sommato se si frega il prossimo si è fra i più furbi.

NO, questa non è l’Italia che vogliamo, l’Italia che si legge negli articoli della Costituzione, quella attenta ai diritti, alla persona, alla comunità. Questa Italia, che ci apprestiamo a festeggiare per i suoi 150 anni, la costruiamo noi con le nostre azioni, con i nostri comportamenti che sono espressione concreta delle nostre idee, nel nostro stile di vita frutto di una scelta .

È vero che ognuno deve arrivare autonomamente ad una propria consapevolezza e scelta ma insieme si può ottenere cambiamento. Ognuno può contribuire a scrivere la storia che, come diceva bene Mattiello, ci può portare a dire un giorno “Sai in Italia, tanto tempo fa, c’era la mafia ora ti racconto come l’abbiamo sconfitta”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *