‘Ndrangheta: l’altra faccia del Piemonte

Dopo gli approfondimenti tematici sulla criminalità organizzata in Lombardia e sulla Quarta Mafia in Puglia, gli sforzi dell’Osservatorio di Libera Novara si sono concentrati sul Piemonte.
La nostra regione conosce il fenomeno mafioso da oltre 50 anni, ma solo nel 2011, grazie all’Operazione Minotauro, è stato possibile indagare a fondo sul (e nel) fitto labirinto di corruzione e complicità che la ‘ndrangheta ha costruito all’ombra della Mole.
Il terzo dossier ha l’obiettivo di spiegare le cause e le conseguenze della maxi operazione piemontese, le sue ramificazioni in tutta la regione e la situazione attuale: da Torino e Chivasso al Basso Piemonte, passando per Novara.

Buona lettura!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *