Cocaina, cinque arresti e due chili sequestrati

Un gruppo criminale in grado di smerciare in quattro mesi altrettanti chili di cocaina è stato sgominato dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Novara nel corso dell’operazione denominata “Alba Novara“, scattata nella notte tra il 9 e il 10 marzo con l’esecuzione di cinque provvedimenti di custodia cautelare in carcere a carico di cittadini albanesi residenti a Novara che rifornivano diversi comuni della provincia. Sono state accertate cessioni di droga a Novara, Cameri, Caltignaga, Oleggio, Dormelletto, Momo, Sologno, Bellinzago, Romentino, Caltignaga e Cerano.

Come si legge nel comunicato dell’Arma, si tratta di un’indagine iniziata a fine 2016, in seguito all’irruzione in un appartamento di corso Risorgimento nel corso della quale venne arrestato un 38enne trovato in possesso di oltre due chili di cocaina pura al 90 per cento e oltre 7000 euro in contanti. L’attività è proseguita nel corso dei successivi mesi e ha individuato una capillare rete di spaccio di cocaina e hashish capace di piazzare stupefacenti su ordinazione a tutte le ore.

Le rotte della cocaina dal Sud America al Piemonte

Da dove proviene la coca che viene spacciata nelle nostre strade? In un documentario il giornalista de La Stampa Giuseppe Legato ripercorre le storie dei più grandi broker della cocaina degli ultimi vent’anni, il loro rapporto con la ‘ndrangheta e l’entità di questo mercato illegale in Piemonte.

Guarda il documentario “Gli uomini d’oro di Biancaneve

L’articolo di Marco Benvenuti su la Stampa dell’11 marzo:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *