Un incontro ad Ameno dedicato al futuro del Castello di Miasino

Sono settimane decisive per il destino del Castello di Miasino, uno dei beni confiscati alla mafia più importanti del Paese per valore economico e culturale. Dopo l’acquisizione nel proprio patrimonio, la Regione Piemonte ha finalmente pubblicato un avviso per le manifestazioni d’interesse per la gestione del bene. Tale avviso scadrà il 31 marzo prossimo e darà avvio alla pubblicazione del bando di gestione vero e proprio.

Questo percorso di riutilizzo sarà oggetto del tavolo di confronto che sabato 4 febbraio alle ore 16 ad Ameno (NO) affronterà il tema della valorizzazione del bene insieme a Giovanni Campagnoli, autore del libro “Riusiamo l’Italia. Da spazi vuoti a start-up culturali e sociali” (ed. ilsole24ore) e membro di Hangar Piemonte, Antonella Parigi, Assessore regionale a Cultura e Turismo, e Domenico Rossi, Consigliere regionale.

L’incontro si svolgerà nella sede della Biblioteca “Giulio Macchi”, situata all’interno del Museo Tornielli, e sarà un’importante occasione di confronto soprattutto per i soggetti interessati alla futura gestione del Castello, a due mesi dalla scadenza della richiesta di manifestazioni d’interesse.

Dopo tanto tempo trascorso affinché le istituzioni rimediassero all’anomalia di un bene definitivamente confiscato ma gestito ancora dalla famiglia del boss, siamo giunti a una delle tappe finali che portano al riutilizzo. La Regione Piemonte ha fatto e sta facendo ciò che deve, ma è solo grazie ai soggetti che otterranno l’assegnazione che il Castello di Miasino potrà essere simbolo della vittoria sulle mafie e motore di valore sociale ed economico.

Anche per questo è importante che ci sia la massima partecipazione all’avviso pubblico, potendo questa generare virtuosi meccanismi di concorrenza e, chissà, essere l’occasione per la costruzione di partnership forti e ben strutturate, oltre che per un primo confronto con l’Ente regionale, padrone di casa.

Intanto, come si sa, è sempre consigliabile unire la frequenza delle lezioni allo studio da casa! Quindi l’appuntamento è per sabato ad Ameno, Biblioteca “G. Macchi”, ore 16. Qui sotto la locandina:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *