Voto di scambio e corruzione, ex consigliere deve risarcire Comune e Provincia

Dopo la pena di due anni di reclusione per corruzione e voto di scambio (o più precisamente per corruzione elettorale, un voto di scambio non mafioso) patteggiata nel 2012, l’ex consigliere comunale e provinciale ed ex presidente dell’Assa Giovanni Alessi è stato condannato dalla Corte dei Conti a risarcire il Comune di Novara e la Provincia.

Si tratta di una vicenda risalente al 2006, quando Alessi si prodigò in maniera illecita per ottenere l’elezione al consiglio comunale di Novara. Finito a giudizio nel 2010, Alessi decise di concordare la pena due anni dopo, nell’udienza preliminare del 9 marzo 2012.

Maggiori dettagli nell’articolo di Claudio Bressani su La Stampa del 2 gennaio:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *