‘Ndrangheta, un novarese nell’ultima operazione della Dda piemontese

dia

C’è anche un uomo residente a Vespolate tra le 32 persone coinvolte nell’ultima operazione antimafia in Piemonte, che ha sferrato un duro colpo alla locale di Santhià.

Dalle prime notizie era già emerso un collegamento con il Novarese, dove un imprenditore è stato sequestrato dai suoi aguzzini nel maggio 2010, ma all’interno dell’ordinanza di custodia cautelare sono presenti altri riferimenti alla nostra provincia, come riportato da Marco Benvenuti su La Stampa di oggi.

È Salvatore Cacciola, muratore di 58 anni, il novarese coinvolto nell’inchiesta. Secondo gli inquirenti l’uomo apparteneva alla cosca Pesce – Bellomo di Rosarno, attiva nelle province di Torino, Novara e Biella.

Tra le carte compaiono, ancora una volta, i Di Giovanni, non indagati. Si fa riferimento ad alcuni affiliati che si sarebbero attivati per recuperare un credito di Pino Di Giovanni.

Maggiori dettagli sul novarese coinvolto e sul sequestro dell’imprenditore nell’articolo di Marco Benvenuti:

12-07-2016_'ndrangheta_lastampa-novara

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *