Est Sesia, il pm ha chiesto il rinvio a giudizio per 27 persone

est-sesia

Si sono concluse con la richiesta di 27 rinvii a giudizio le indagini della Procura di Novara sul presunto sistema di riscossione di rimborsi pubblici indebiti elaborato da alcuni dipendenti dell’Est Sesia, ente interregionale con sede a Novara. «Il maggiore consorzio di irrigazione (e di bonifica) italiano con oltre 25 mila consortisti», come si legge sul sito, è stato sconvolto da un’inchiesta che nel 2012 ha portato all’arresto di tre funzionari dell’ente e alle indagini nei confronti di altre 24 persone, tra cui spicca il nome di Cesare Anselmo Patrone, Comandante nazionale del Corpo Forestale dello Stato.

Tra i reati contestati l’associazione a delinquere, la truffa, il peculato, il falso in atto pubblico, la turbativa d’asta e l’abuso d’ufficio. Sarebbero valsi 26 milioni di euro di contributi illegittimi ricevuti dal Ministero, dalla Regione Lombardia e dal Parco del Ticino e quindi sottratti alle casse pubbliche: un fatto, se confermato, gravissimo.

I fatti e gli imputati nell’articolo di Marco Benvenuti su La Stampa del 28 febbraio:

28-02-2016_peculato_associazioneadelinquere_estsesia_lastampa-novara

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *