Usura e corruzione, il pm chiede il rinvio a giudizio per un dipendente dell’Agenzia delle Entrate

agenzia entrate novara

La Procura ha chiesto il rinvio a giudizio per quattro persone, accusate a vario titolo di tentata concussione, usura, rivelazione di segreti d’ufficio, corruzione ed esercizio arbitrario dell’attività di intermediazione finanziaria. Un funzionario dell’Agenzia delle Entrate, Salvatore Namia, avrebbe segnalato ai propri complici Giuseppe Orciuolo Sandro Turetta alcuni imprenditori in difficoltà economiche, conosciuti grazie al proprio ruolo, con lo scopo di offrire prestiti a tassi usurari e l’installazione di slot machines da parte della società di Orciuolo e Turetta, la Giga Srl. La quarta indagata è Antonietta Martinelli, segretaria della società.

Il procedimento è frutto di lunghe indagini cominciate nel 2009 grazie alla denuncia della titolare di un bar, che non ha ceduto alle pressioni per installare le macchinette e alle minacce di sanzioni amministrative (da cui presumibilmente la tentata concussione), e concluse nel 2014. Nella rete sarebbero finite, secondo gli inquirenti, altre persone, destinatarie di prestiti che vanno dai 2500 ai 13 mila euro.

Per una cronaca più approfondita consigliamo la lettura dell’articolo de La Stampa del 28 gennaio, scritto da Marco Benvenuti.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *