Rifiuti all’ex fornace di Oleggio, due indagati

Ex fornaceL’inchiesta sui rifiuti all’ex fornace Zanetti di Oleggio ha portato ai primi due indagati, Maria Catania Fabio Prandelli, amministratori in momenti diversi della società proprietaria, l’Immobiliare Fornace Srl. I reati ipotizzati sono la gestione di discarica non autorizzata e la violazione di norme in materia di gestione dei rifiuti.

La vicenda è nata a fine giugno con il sequestro di parte dell’area, già interessata da una bonifica di 11 mila metri quadri di amianto, ora ultimata. Successivamente i controlli hanno mostrato un’eccessiva concentrazione di piombo in un campione su sette, alimentando il timore dello smaltimento di rifiuti pericolosi.

Sulle cronache locali di quest’estate è anche emerso che il 18% dell’Immobiliare Fornace è detenuto da Antonio Gaglioti, proprietario della Geo Costruzioni Srl di Sizzano, società oggetto di un’informativa prefettizia, e cognato dei Di Giovanni. Nomi che tornano, anche se ovviamente Gaglioti non è indagato.

Di seguito si riportano l’articolo del 31 ottobre e l’intervista a Gaglioti dell’11 luglio, entrambi firmati da Marco Benvenuti de La Stampa

Ex fornace e Gaglioti

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *