Estorsione a Casale. Novarese è arrestato

915356_1378573346--330x185Aveva contratto un debito di alcune migliaia di euro e qualche giorno fa gli erano arrivate diverse telefonate di minacce, anche di morte: «Devi restituire i soldi o farai una brutta fine». Ha fissato un appuntamento per la consegna del denaro al quale si sono presentati anche i carabinieri, che hanno arrestato i due strozzini: tra loro il novarese Giuseppe Sciacca, 31 anni, finito in manette per concorso in estorsione domenica mattina a Casale Monferrato (Alessandria) in compagnia del coetaneo Calogero Bisignano, residente in città. Avevano preso di mira un architetto casalese che stava consegnando loro un assegno circolare da 14 mila euro.

L’indagine dei carabinieri era partita qualche giorno prima quando il professionista li aveva informati delle telefonate di minaccia con richieste estorsive, verosimilmente legate a una situazione debitoria che lui aveva verso una terza persona estranea ai fatti.

I militari hanno pertanto organizzato un servizio di osservazione e monitorato l’arrivo dei due estorsori nello studio dell’architetto. I militari poi entrati in azione nel momento in cui stava avvenendo la consegna dei soldi. I due si trovano ora in carcere a Vercelli in attesa della convalida e dell’interrogatorio di garanzia.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *