Operazione antiriciclaggio della Dia al Casinò di Saint-Vincent

Si è conclusa alle 13,15 l’operazione degli uomini della Direzione investigativa antimafia nella casa da gioco di Saint-Vincent. Coordinati dalla Dia di Roma, gli uomini del distaccamento torinese sono arrivati nella sede del Casinò valdostano a mezzogiorno, in simultanea nelle altre case da gioco italiane di Sanremo, Venezia e Campione d’Italia. A Saint-Vincent la Dia è arrivata con un elenco di 60 nominativi di persone coinvolte nelle indagini dell’operazione Minotauro sulla ‘ndrangheta. Gli inquirenti hanno svolto accertamenti sui movimenti e sul denaro speso da queste persone durante le loro frequentazioni al Casinò.

L’operazione è ispirata da un decreto del ministero dell’Interno approvato a gennaio con il quale viene dato al direttore della Dia il potere di compiere azioni di controllo nelle case da gioco italiane,  in linea con gli obiettivi strategici demandati alla Direzione investigativa antimafia. “Un’azione preventiva e conoscitiva sui movimenti di queste persone”, è stato spiegato. Da parte della direzione del Casinò, è stato sottolineato, c’è stata la massima collaborazione.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *