Libera Novara Rotating Header Image

Veglia di preghiera in memoria delle vittime innocenti delle mafie: “Mafiosi, convertitevi!”

La sera di mercoledì 21 marzo, a margine delle iniziative dedicate da Libera Novara alla Giornata Nazionale in ricordo delle Vittime innocenti di mafia, nella parrocchia di sant’Antonio, si è tenuta una veglia di preghiera, durante la quale si è data lettura degli oltre 800 nomi delle (fin’ora) accertate vittime delle mafie.
Un momento importante per la comunità cristiana novarese e per le associazioni riunite in assemblea, spronate a non rimanere indifferente alle ingiustizie, ma a lasciarsi toccare dalla sofferenza provocata, in questo caso, dal fenomeno mafioso, sulla scorta dell’insegnamento della celebre parabola del buon Samaritano; “Il grado di sensibilità per le sofferenze degli altri è l’indice del grado di umanità raggiunto”.
Un invito all’impegno anche concreto e non solo formale, per fare in modo che i nomi delle vittime innocenti non risuonino a vuoto nelle nostre coscienze non solo di cristiani, ma di uomini più in generale, per non lasciare che il male mafioso avanzi impunemente, sotto i nostri sguardi indifferenti. Un invito che non può rimanere inascoltato se persino papa Giovanni Paolo II, ad Agrigenti il 9 maggio del ’93, tuonava: “Mafiosi, convertitevi!”; un invito che non ci chiede di essere eroi, ma di coltivare quotidianamente e costantemente l’amore per la giustizia, per il dovere e per il prossimo, senza i quali non possiamo sperare di mettere finalmente la parola “fine” alla lunga parabola decadente che il nostro Paese percorre sotto i colpi delle mafie. Conversione dunque, non solo per i mafiosi “di professione”, ma anche per tutte quelle persone e istituzioni che fanno parte della vasta, vastissima “zona grigia”, che sempre più, volontariamente, coltiva relazioni importanti di reciproco favore, in barba alla legalità e alla democrazia, con il tessuto della criminalità organizzata, pur non rivestendo i panni dell’affiliazione vera e propria. Una zona, quella grigia, in cui nessun uomo, cristiano o meno, dovrebbe mettere piede.

Luca Zanetta

0 Comments on “Veglia di preghiera in memoria delle vittime innocenti delle mafie: “Mafiosi, convertitevi!””

Leave a Comment