LA MAFIA ESISTE…E L’ANTI-MAFIA??

Oggi al liceo di Gozzano si è svolta la giornata dell’autogestione che ha visto partecipe il presidio borgoaronese Antonio Landieri.
Con un percorso di due ore e più di venti ragazzi ci siamo resi conto di quanto siamo coscienti della presenza mafiosa, e di quanto poco lo siamo di quella ANTI-mafiosa.
Cosa significa fare antimafia? Come si può essere antimafia? Perchè?
Sono domande a lle quali abbiamo cercato di rispondere tramite la lettura e l’analisi di alcuni testi.
Da Rita Atria sino a Libera Voce di Rosario Esposito La Rossa, passando attraverso le parole di Italo Calvino.
“L’inferno dei viventi non è qualcosa che sarà, l’inferno dei viventi è quello che è già qui, l’inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme”
Per saper riconoscere ciò che non è inferno dobbiamo prima capire ciò che lo è.
Solo allora potremo essere capaci di riconoscere l’antimafia come impegno, autoesame e presenza.
Sono queste le riflessioni uscite dal confronto del gruppo di questa mattina.
La necessità di non guardare morti scontate ai nostri occhi, ma di essere testimonianza di una scelta di vita quotidiana.
L’antimafia, come l’inferno, è qualcosa che è già qui, che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando inseme.

Ambra

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *