Venerdì sera “i nostri cento passi” sono stati a Briga Novarese

Nella serata di venerdì il presidio di Libera a Borgomanero “I nostri 100 passi” si è presentato ad un gruppo di cittadini di Briga Novarese. Il Comune organizza  i “venerdì della biblioteca” che sono delle serate a tema, e ha deciso di dedicarne una proprio ai giovani di Libera.

Si è partiti dalla presentazione attraverso video e foto di che cosa siano Libera e il presidio che è stato dedicato a Peppino Impastato, giovane siciliano ucciso dalla mafia nel 1978. Sull’esempio di Peppino si è fondata questa rete nel borgomanerese, che fa antimafia dando informazioni alla cittadinanza locale ma stando vicino anche a persone come Pino Masciari, testimone di giustizia, e Rosario Esposito La Rossa, giovanissimo scrittore di Scampia.

Nella serata si sono toccati temi quali la memoria ma anche problemi attuali come quello delle ecomafie, che mette in ginocchio la Campania ma anche tutta l’Italia.

Dai problemi nazionali cm quello campano si è provato a guardare nel locale e ci si è resi conto che anche nel nostro territorio che sembra così idilliaco e fuori da questi giochi criminali in realtà anche esso è contaminato dall’illegalità a partire dalle zone ambientali degradate ai vari traffici di stupefacenti e sfruttamento della prostituzione.

Si è cercato di capire quale sia il ruolo delle istituzioni nel controllo delle proprie zone ma anche quale sia il ruolo della società civile che non può stare solo a guardare.

La serata si è conclusa con la vendita di prodotti di Libera Terra che vengono dalle terre confiscate alle mafie e la vendita dei due libri “Al di là della neve” e “Libera Voce” del giovane scrittore Rosario.

Angele Emanuele

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *